La ludopatia è un disturbo legato al gioco d’azzardo e chi è affetto da questa patologia rovina se stesso e la sua famiglia, caricandosi di debiti, nonostante la malattia. Persiste nel giocare ed evita ogni forma di comunicazione. La ludopatia è stata individuata per la prima volta in Giappone, dove è stata riconosciuta col nome di Hikikomori. La persona affetta da ludopatia comunica con altre persone solo digitalmente e quando gioca si eccita molto. È stato fotografato con tecniche avanzate d’intelligenza artificiale, il profilo dei giocatori patologici.

Parola all’esperto
«Se ognuno di noi passasse meno tempo con il cellulare, non avrebbe conseguenze psicologiche così gravi, anche tra i giovani». Sono queste le parole della dottoressa Silvia Iacovacci, responsabile del Dipartimento Dipendenze della Asl di Latina. L’Azienda Sanitaria Locale della provincia accoglie molti casi di persone ludopatiche e dipendenti. Chi ne è affetto non se ne accorge, ma i danni sulla salute sono evidenti. E le tasche ne risentono. Infatti, stando alle indagini sulla ludopatia, il giro d’affari generato dai giochi d’azzardo è notevolmente aumentato rispetto al 1990. Nel 2016, in Italia, lo spreco di soldi è aumentato per l’uso sempre più frequente delle slot machine.
Milano è la città dove si gioca di più, seguita da Roma, Firenze e Napoli. Le spese dei giocatori ammontano a circa 19 miliardi, le vincite a 77 miliardi e le imposte a 9 miliardi. I ricavi aziendali sono pari a 10 miliardi: solo le slot machine hanno fruttato 5,8 miliardi e le lotterie 3,5 miliardi nel 2016.

La spesa media a Latina
A scoprire la nuova tecnica e a delineare qual è il rischio per una persona è stato un team di ricercatori italiani dell’Istituto Bioimmagini e Fisiologia Molecolare, che insieme all’università della Calabria ha pubblicato uno studio sul Journal of Neuroscience Methoos. Sono 6.000 dati relativi a 160 soggetti che non hanno mai giocato a giochi d’azzardo e 40 che giocano a slot machine, per 200 intervistati totali. Ogni residente di Latina, secondo l’ultimo sondaggio, spende 2.074 euro all’anno per un importo di giocate totali pari a 262 milioni di euro in dodici mesi. In più l’età media dei giocatori assidui è scesa ad una fascia compresa tra i 14 e i 18 anni.

Cristiano Caputo
Riccardo Di Russo
Sasha Moroni
Susanna Stipo
Gabriele Valenti
Demetra Cezara Velniciuc