In che stato sono lo sport e le strutture sportive nella città di Latina? È questa la domanda posta a chi, nel Comune, meglio conosce la situazione e i progetti futuri: gli assessori Silvio Di Francia ed Emilio Ranieri, che rispettivamente detengono le deleghe allo Sport e alle Infrastrutture.

Silvio Di Francia, Sport

L’assessore allo sport è stato il primo ha rispondere al quesito, subito dopo una breve ma sentita introduzione sui valori dello sport, grazie al quale tutti possono trovare la forza di migliorare, a qualsiasi età. «Chi fa sport ha le medicine giuste contro il tifo e contro la parte negativa della rivalità in campo». Poi, alla domanda su quali sono gli eventi sportivi in programma a Latina, l’assessore, ha raccontato della tappa del Giro d’Italia che il 15 maggio ha toccato la città di Latina per poi procedere a Terracina.

L’assessore ha inoltre riferito che, questa estate, sul litorale di Latina, ci sarà una tappa del campionato italiano di beach volley e delle piccole esibizioni sportive nel centro città. Ha assicurato che Latina sosterrà la tappa di Coppa del mondo di canottaggio che si svolgerà nel 2020 a Sabaudia. Ma quali sono, secondo l’assessore, gli sport più praticati a Latina? La risposta, naturalmente, era scontata: il calcio, il nuoto, il basket e la pallavolo.

A questo punto non poteva non essere posta una domanda: qual è il motivo per cui diverse società sportive sono andate via da Latina? Per l’assessore il motivo sta nel fatto che, man mano che le associazioni crescono di livello, servono strutture che possano contenere spettatori, per questo molte squadre si trasferiscono da Latina dove attualmente non ci sono queste strutture. Occorrerebbero più strutture anche per scoprire nuovi talenti e per offrire più opportunità ai giovani. Infine, Di Francia ha anche detto che il suo impegno è profuso per la imminente riapertura del teatro comunale: tuttavia ancora non è stato possibile terminare i lavori. «Lo sport deve insegnare molto alla politica – conclude Di Francia – soprattutto perché nonostante la diversità delle idee si dovrebbe andare d’accordo».

Ranieri, infrastrutture
L’assessore Emilio Ranieri è un ingegnere ed un anno fa circa ha ricevuto la delega assessorile dal sindaco Coletta. Per l’assessore le strutture più importanti nel Comune sono le scuole, ma anche gli spazi aperti e sarebbe importante avere un nuovo palazzetto dello sport in città. Attualmente sta lavorando alla sistemazione delle strade, del teatro e della biblioteca comunale. Ranieri ha raccontato che molti anni fa il Comune voleva fare una Cittadella dello sport. Le strutture sportive della città, purtroppo, sono poco pulite e tenute molto male ma se si evidenziano le criticità cercando di risolverle, secondo Ranieri, si può migliorare la città.

Leonardo Marchionne
Lorenzo Izzo
Francesco Del Giudice
Ilaria Orlando
Francesca Guiglia